Nella puntata di ieri di Report, molti esempi di italianità.

La delocalizzazione (in questo caso interna al paese, senza contare quella esterna …) delle attività produttive a vantaggio di manodopera irregolare, senza diritti e in nero, spesso cinese, con costi di produzione più bassi, a scapito della qualità e con conseguente danno ai lavoratori (sembra troppo “comunista”? 😉 ) sia stranieri (senza diritti e sfruttati al limite della schiavitù) che italiani (disoccupati e abbandonati).

Il tutto appoggiato (e ” legittimato”) da buona parte del mondo imprenditoriale in cerca di prezzi di produzione più bassi e quindi di una migliore vendibilità del prodotto, avvalendosi come giustificazione, dell'”aggravante” della crisi.

Per gli aggiornamenti, la trasmissione ritorna a Catania, terra di eterni contrasti tra acqua e fuoco, e tra casi umani. La vicenda ripresa è la disastrosa e disastrata situazione economica del comune, peggiorata dalla cessione a privati di beni pubblici tra cui una scuola pubblica, da parte di un commissario straordinario nel 2007, secondo l’odiosa “regola” non scritta del silenzio assenso. Meno male che Silvio (Berlusconi) c’è, altrimenti chi salvava il dottore (Umberto Scapagnini, ex-sindaco di Catania) ?

Per dare un tocco di ilarità e goliardìa (sperando di non offendere nessuno 🙂 e in una risoluzione di tutto), dopo tante brutte notizie su questa magnifica (e oltraggiata) città, ad Acireale si dice : “Acitanu ca a camisa a mmanu, catanise chi i corna tise !” – Acitano con la camicia in mano, catanese con le corna tese (dritte) !

Catania risponde : “I catanisi strappano i lenzola e fanno camisi !” – I catanesi strappano le lenzuola e ne fanno camicie !

Altro interessante aggiornamento sulle esternalizzazioni del personale sanitario e amministrativo negli ospedali italiani, in particolare romani, per sopperire alla mancanza di personale (?) e per ridurre i costi, a favore di cooperative e ditte, comportando fenomeni di precarizzazione del lavoro contestati dall’ allora assessore regionale alla Sanità della Regione Lazio Augusto Battaglia.

Ultimo servizio dedicato ad una bella iniziativa da parte della redazione di Report : mettere all’ asta i propri premi giornalistici e non, per aiutare dei ragazzi de L’ Aquila nello sviluppo del loro giornale “Sfollati news”, realizzato con poche risorse, dopo il terremoto, in un campo di accoglienza.

Annunci