In preda alla nostalgìa, pubblico questi video sulla tradizione musicale di Pimonte, la tammuriata dei Monti Lattari, e approfitto per ringraziare e salutare il mio amico Nino de “La Paranza di Monte Coppola”, esecutore alla tammorra di questi pezzi ricchi di ritmo, energia primordiale e sapori del passato, oltre che di irresistibile mediterraneità.

Questo brano fu eseguito in una tappa de “I sentieri dei Lattari 2008”

“Festa sui Boschi” a Castellammare di Stabia

Questo ultimo video farà sicuramente schifo graficamente, visto che è stato ripreso dal sottoscritto, alla festa di “Fosso dei Bagni 2008” a Scafati

Completamente diversa dalla tammurriata classica, vero ? Confrontatela con questo pezzo famoso, a cura di Roberto De Simone :

Le parole, il contesto, le storie … tutto diverso anche per la diversa collocazione geografica e sociale di questo genere musicale popolare, che assume varie sfumature tra le varie aree di un territorio geograficamente “limitato” come la provincia di Napoli. Prendiamo Giugliano, ad esempio :

Le assomiglianze che trovo anche nel sentire descrivere le diverse tammurriate sono sempre queste : l’ orgoglio della propria terra, la tradizione e la nostalgìa per il passato … proprio il motivo per cui ho scritto questo articolo !

Annunci