Quando si ha venti anni (e più) si comincia a ragionare in termini di lustri e decenni.

Venti anni fa cadeva il Muro di Berlino, momento importante per la storia, il mondo e le persone; nel 1989 io avevo solo cinque anni, ma ricordo alcune cose di quegli anni …

Ricordo la televisione, più semplice ed ingenua di oggi anche se oramai era chiaro che qualcosa stava cambiando definitivamente. Nel pomeriggio c’erano i cartoni animati : Holly e Benji (Captain Tsubasa per gli appassionati di manga), i Puffi, Denver, Lamù, Tranformers, le tartarughe ninja, Ken il guerriero (Hokuto no Ken), Lupin III, Galaxy Express 999, l’Uomo Tigre, Gigi la trottola (Dash Kappei)Arale, Mila e Shiro, He-Man, YattamanHello Spank, Occhi di gatto, Cyborg 009, Kiss me Licia, Lady Oscar, Devilman e i robottoni (o mecha) quasi tutti di Go Nagai, Mazinga, Jeeg Robot d’acciaio, Daitarn 3, Vultus VAstrorobot, Gackeen, Gordian, Voltron (quest’ ultimo, americano come M.A.S.K. e Potere assoluto) e tanti altri indimenticabili cartoni animati che sono rimasti nel cuore e nella cultura della mia generazione, oltre che sulle palle di molti nostri genitori … :-), sia per la violenza di alcuni titoli, sia per l’ ambiguità sessuale di altri, ritenute poco adatte ad un pubblico infantile … e lasciamo perdere l’ aspetto commerciale …

Qualcuno più commerciale degli altri sempre c’era … a proposito di commerciale, sempre tutti su reti locali o sulla Fininvest (l’ attuale Mediaset, quando Silvio faceva solo l’ imprenditore televisivo … bei tempi … e sentirsi chiamare “Sua Emittenza” era il massimo dell’ elogio che poteva permettersi …).

Poi oltre ai (tanti) cartoni animati, c’erano i programmi televisivi come TeleMike, Tra moglie e marito, Il pranzo è servito, la neonata Corrida e Agenzia matrimoniale (vista sempre da mia madre, fortunatamente oggi ha finalmente schifato i suoi defillippiani discendenti) e le serie televisive, (qualc)una a caso, Hazzard, Mac Gyver, A-team

E questa era la televisione, dopotutto gli anni ’80 sono conosciuti come il decennio dell’ immagine e della dipendenza televisiva (che forse nei ruggenti anni ’90 ci inguaiò leggermente …  viste le conseguenze …).

Cosa ci è rimasto degli anni ’80 ? Tanto, tantissimo, come questa canzone uscita quando nacque mio fratello, nato nell’ epoca dei paninari e oggi diventato uno delle loro moderne einvoluzioni (sigh !) … un truzzo (vabbè, ci può essere di peggio … tipo un tronista … brrrrrr) … ma lasciamo perdere la fenomenologia di questi costumi e personaggi della cultura popolare … in fondo, generalizzando, quanti ex paninari ricordano la spensieratezza della loro giovinezza in quegli anni, vedendo oggi la truzzaggine dei propri figli, ritrovandosi nel ruolo che fu dei loro genitori !

Come dire … 80 Nostalgia … 😉

Ma il motivo che mi ha spinto a scrivere questo articolo oltre alla nostalgìa (che spero si dilegui in questa nuova settimana), è stato la commemorazione della caduta del Muro di Berlino, che ha segnato in Europa la caduta del Comunismo : che qualcuno lo riferisca all’ ex(mica tanto)imprenditore televisivo, per favore !

Qui la cronaca dell’ evento da parte dei telegiornali dell’ epoca di mamma Rai (giusto per darle uno spazio, dopo avere citato la “concorrenza”)

Vent’ anni son passati … Basta così, altrimenti la nostalgìa si tramuta in malinconìa … Torniamo al presente !

🙂 😉 🙂 😉 🙂 😉 🙂     YEAH !!!     🙂 😉 🙂 😉 🙂 😉 🙂

Annunci