Il drammatico terremoto e il conseguente devastante maremoto o tsunami sul Giappone hanno innescato un leggero cambio di interesse verso l’estero dei principali mezzi di informazione nazionali. Tutto questo a discapito del Nord Africa, dove improvvisamente la situazione in Egitto e gli scontri in Libia con la sorte di Gheddafi sono stati precipitosamente “percepiti” come in via di risoluzione.

La calamità naturale giapponese ha anche alimentato il confronto tra le diverse modalità di intervento in caso di emergenza, confrontando il terremoto in Giappone e quello in Abruzzo di due anni fa, pur considerando scale differenti di gravità.

Di questo aspetto se ne è occupato soprattutto Claudio Messora

http://www.byoblu.com/post/2011/03/11/Trecentomila-morti.aspx

Inoltre, visto il risveglio della nostra “classe politica e dirigente” sul nucleare, il dibattito sulla sicurezza delle centrali nucleari si è di nuovo rialimentato alla luce della “presunta” sicurezza degli impianti giapponesi.

Risultato, l’ombra della censura e della disinformazione prendono largo

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/13/oggi-non-dobbiamo-parlare-di-si-o-no-al/

Esemplari questi due botta e risposta che trovate su http://www.avoicomunicare.it/

Botta e risposta n° 1

Botta e risposta n° 2

Le posizioni sono molto contrastanti, l’ignoranza è diffusa e dal mio noto punto di vista dubito nella trasparenza e nell’utilizzo delle parole di alcuni “esperti”, come una certa ambiguità morale nell’esposizione di alcuni argomenti per motivi d’nteresse.

E se ci si mettono anche Grillo e Travaglio a contestarli … 😕

http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/03/12/nucleare-tozzi-la-politica-farebbe-meglio-a-stare-zitta/97234/

Anche il buon Claudio Messora è intervenuto l’altro ieri su questo argomento

… poi ieri ha cambiato argomento e ne approfitto anch’io perchè bisogna parlare di tutto.

http://www.byoblu.com/post/2011/03/13/INTERNET-DIRITTO-COSTITUZIONALE-ANCHE-IN-ITALIA.aspx

Come ad esempio l’inchiesta di Presa diretta sulla istruzione pubblica e sulla riforma ministeriale che taglierà (ulteriormente) fondi e investimenti a università e ricerca, condotta in modo magistrale ed esponendo carenze e debolezze del nostro sgangherato, antiquato, inadeguato e chi più ne ha più ne metta, sistema scolastico pubblico. evil

Molto interessante lo studio dell’equilibrio tra educazione fisica ed educazione mentale, con risultati visibili sull’apprendimento … un grande esempio di riflessione sui metodi didattici che potrebbero fare anche i nostri insegnanti se fossero messi in condizione di garantire un livello adeguato di attività di formazione.

E infine un video del gazebo del MoVimento 5 Stelle al Vomero di sabato scorso (quello di domenica non si è tenuto a causa della pioggia e del vento forte) … orecchio al messaggio e occhio alla figura inquieta ed inquietante sullo sfondo in basso a destra 😯 …

… con De Magistris e Di Pietro che tenevano un incontro sulla stessa via poco lontano e che prima e dopo il loro comizio hanno sfiorato il gazebo … però, due candidati sindaco (Luigi De Magistris e Roberto Fico) in campagna elettorale nel giro di pochi metri !

Annunci