Escursionismo


Si parte ! Quest’anno niente “miracolo di San Michele” … la giornata è limpida sin dal primo mattino, l’aria è fresca ma la sensazione che si riscalderà è avvertibile.

Nota : Il silenzio viene chiesto già alla partenza alle 8,10 … brutto segno !

Dopo il passaggio alle Franche e alla parte alta di Pimonte (Piano e Resicco) si arriva a Tralìa …

… dove dopo il primo tentativo di una foto con lo sfondo col Vesuvio …

… il passaggio nella parte bassa (Via Canti) …

… e un altro tentativo di foto con Vesuvio sullo sfondo …

… ecco la foto più bella scattata oggi !

A più di metà del percorso c’è il passaggio nelle zone alle pendici del Monte Pendolo (via Rivozza, via Cavociano con “inatteso” comizio dell’amministrazione per inaugurare la ripristinata via Casa D’Oria che porta a via Puntone per la sosta- polpetta).

Il ritorno in Piazza segna la tappa ristoratrice : la rosticceria “Ciao ragazzi !” …

.. e al termine dell’attraversamento di via San Giovanni, via Muriscolo, via Belvedere (teatro della nostalgìa per due persone che non ci sono più) e via Piana, i santi rientrano in Chiesa …

… e a casa ci si può dar dentro con la tradizione a tavola coi puparuoli ‘mbuttunat (peperoni arrostiti al forno o sulla brace e imbottiti di carne e/o verdure per i non napoletanofoni) ! Sono le 15 e  dopo 7 ore di cammino la fame comincia a farsi sentire … 😉

Annunci

Mentre ricorre il decimo anniversario degli attentati dell’11 settembre e mentre attendo che si accumulino delle notizie e delle opinioni interessanti sul Cozza Day di ieri …

… Oggi sono andato per la prima volta sul Sentiero degli Dei partendo da Agerola.

L’occasione è stata questa escursione organizzata da un’associazione locale.

Partenza da Bomerano, sentiero basso e arrivo a Positano (previa navetta) dopo il passaggio con vista a Montepertuso e infine arrivo a Nocelle.
Io lo consideravo e lo considero ancora, dopo averne ricevuto conferma podistica e paesaggistica, il biglietto da visita sentieristico per principianti dei Monti Lattari.

Gli unici intoppi sono stati il gruppo divisosi in due tronconi, uno abbastanza “veloce” e uno lento che si distaccavano di qualche decina di minuti oltre alle (per me purtroppo note) coincidenze dei pullman della SITA, che si chiamano così perchè per “coincidenza” dal pullman, vedi partire l’altro pullman che avresti dovuto prendere …

Così è successo dalla navetta Nocelle-Positano, da cui abbiamo visto partire il pullman per il tratto Positano-Amalfi (preso mezz’ora dopo, attendendo, e comprando qualcosa in un bar di fronte alla fermata, perchè uno era partito proprio mentre la navetta stava arrivando, guarda caso …), nel quale le curve prese in velocità dall’abile e cazzimmoso autista nelle strette vie della costiera, gli hanno fatto meritare gli (im-meritati) applausi dei (rintronati) turisti stranieri e le mie imprecazioni del tipo “C’eccis a salut !” … e sul pullman per il tratto Amalfi-Agerola preso dopo un’ora di attesa (e quindi di passeggio e acquisto per le vie amalfitane con gelato d’obbligo) …
Sarà uno stratagemma comune per far girare l’economia …

Andate ad Agerola, andate in costiera amalfitana, ma non fate (troppo) affidamento sui mezzi di trasporto pubblici a meno che non abbiate uno stomaco forte e tanta ma tanta pazienza e forza di volontà … perchè andarci in macchina può essere un altro inferno !

Ah, dimenticavo la passeggiata “riparatrice” per la processione della Madonna di Tralìa a Pimonte … qualche cafonata, lo sparo a bassa quota di assordanti botti con il conseguente dispendio di carta (moneta) … sarà la polemica dei prossimi giorni …

https://www.facebook.com/event.php?eid=212552495467469

Pedalata andata alla grande … basta vedere il video e questo album su Facebook 🙂 e la mia nuova immagine di profilo moVimentata ! 😉

Nell’attesa di “E MÒ PEDALA…in the night!!! step 5” di domani sera, ecco il video della scorsa edizione del 21 luglio a cui ho partecipato in maniera molto avventurosa … 😀

… e questo è il video di presentazione della pedalata di domani sera

Continuo a pensare che critical mass a parte, queste iniziative siano delle novità al sud … vorrei essere smentito, forse nel silenzio in altre città meridionali ci sono cose simili … intanto al nord delle biciclette (strumentalizzate) destano scompiglio …

http://www.linkiesta.it/che-tristezza-il-ciclismo-ridotto-un-festival-padano

http://webtv.ivg.it/2011/09/07/giro-di-padania-poliziotto-investito-durante-la-corsa-video-esclusivo/

Prendo la bici, parto da Pimonte verso Castellammare, prendo la Vesuviana e vado a Napoli alla mia prima critical mass ! 😀 Arrivo al punto d’incontro in Piazza del Gesù.
(In anticipo di quasi un’ora, quindi faccio una passeggiata a Piazza Dante e ai Decumani, in particolare a via dei Tribunali e a San Gregorio Armeno)

Siamo più di 50 ! Partenza … via ! Questo è stato il percorso … un bel giretto !

Non pienamente soddisfatto, ho avuto un colpo di testa e mi sono dato da fare ! :mrgreen:

Perciò in salita verso il Vomero, tra salite e palazzoni per farmi assalire dalla nostalgìa …

E poi al Policlinico … sempre in salita ! 😛

Infine ritorno a Piazza Garibaldi con passaggio per San Gregorio Armeno.

Dopo il tragitto in Vesuviana, risalita con le ultime forze a Pimonte ! Che stanchezza !

Neanche la forza e la voglia di andare alla affollata festa della pasta di Gragnano con ospite Simone Cristicchi

Ma una bella pizza fatta in casa, cotta e mangiata all’aperto mi ha restituito le energìe !

Ma non il vigore alle gambe … avrò leggermente esagerato ? Nooo ! :mrgreen:

Nemmeno quando abitavo a Napoli ero riuscito a partecipare ad una critical mass

La dimenticanza è questa (mancata) romantica escursione notturna sui Lattari mentre questo articolo di Libero ricercatore è la ricordanza.

E prima di dimenticarlo, ricordo che domani comincerà la festa al borgo (?!) di Tralìa.

 

Oggi ho ricevuto il mio battesimo da Decathlon.

Anche se lo conoscevo di fama, mi è stato difficile immaginare, non avendolo ancora visitato, di trovare un centro così fornito per diversi sport in una zona molto degradata e intricata dal punto di vista viario (Casoria, hinterland di Napoli).

Dall’escursionismo al ciclismo, dal tennis all’equitazione, un vasto assortimento di oggetti indispensabili e non, dalle scarpe da trekking al materiale da campeggio (abbigliamento, zaini, tende, sacchi-letto, borracce e torce), dai diversi tipi di biciclette (da corsa, da città e MTB) agli accessori per ciclisti (vestiario, caschi, portapacchi, ricambi e barre portabici per la macchina), dalle racchette per gli appassionati di tennis ai frustini per gli appassionati di equitazione (oltre che per coppie annoiate, virtuosi di masochismo godereccio casalingo e potenziali appassionati :mrgreen: ).

Sembra che sto facendo pubblicità … forse ho trovato un’idea per il ricordo della laurea

Pagina successiva »