In mattinata approfittando di una connessione WiFi “libera” a casa ho eseguito degli aggiornamenti ai programmi in particolare ai browser.

Tempo fa avevo scritto che Facebook gira meglio su Chrome e che preferisco Firefox per il blog e cose varie. Infatti dopo tanto tempo passato con la classica versione 3.6 e tanti avvisi di aggiornamento puntualmente e volutamente disattesi, ho aggiornato Firefox alla versione 6.0. Grafica ed estetica rinnovate (annullando la forte somiglianza con Internet Explorer, ma acquisendone un’altra che saprete tra breve), prestazioni forse …

So cosa si può pensare, già usare un browser spesso con molte schede aperte come capita spesso sempre a me, comporta un grande appesantimento della memoria e un grande sforzo del processore, figuriamoci usarne due insieme … per questo mi è venuto lo sfizio di provare un nuovo browser : Opera ! Precisamente la versione 11 …

Conclusione : Opera e Firefox sono molto simili graficamente ! Eccetto alcuni dettagli, Opera sembra una versione appena appena più raffinata e curata dello spartano Firefox, il pulsante dei menu principali in alto a sinistra dice tutto …

Sul fronte prestazioni, ho notato soltanto una fluidità maggiore delle pagine in Opera.

Ad ogni modo continuerò ad apprezzarlo come browser sostitutivo sul mio E61i nella versione Opera Mini ! Se riuscissi a sostituirlo completamente al browser integrato …

Adesso devo prepararmi, ho una pedalata notturna tra qualche ora “benedetta” da Libero ricercatore e da Il Gazzettino vesuviano 🙂 …

Dopo due ferragosti consecutivi passati a Castel di Sangro bisogna cambiare.

Quest’anno si va ad Acciaroli !

Acciaroli è un frequentato borgo marinaro nel Cilento e frazione di Pollica, il cui sindaco Angelo Vassallo fu assassinato mesi fa in circostanze ancora non del tutto chiare, per interessi camorristici legati alla gestione del territorio.

Come già detto, Acciaroli è un inequivocabile luogo di villeggiatura che risente di notevoli interessi edili e di cui già riporta diverse ferite visibili a livello paesaggistico : il classico esempio di luogo di mare incantevole posto in un ambiente fragile e delicato. Proprio alla tutela di questo patrimonio si era dedicato Vassallo, ricordato anche come il sindaco pescatore.

A fine luglio c’era stato nel paese un incontro sulla descrescita.

Il mare è pulito e le tante poseidonie arenate sulla spiaggia dovrebbero (il condizionale è d’obbligo) esserne testimoni.

Le vie del borgo sono caratteristiche con le inevitabili modernità ad uso ed abuso turistico, ma tuttavia per fortuna è ancora possibile scorgere tra le case in pietra locale qualche scorcio tipicamente mediterraneo come i pergolati d’uva nei cortili d’ingresso.

Nel pomeriggio, in un bar sulla strada parallela al lungomare un cartello con la scritta “Wi-Fi Zone” ha catturato la mia attenzione e lì ho trovato un hotspot Wi-Fi gestito da Generazione libera, la stessa compagnìa che poi ho scoperto essere implicata anche nello sviluppo della rete Wi-Fi a Pomigliano d’Arco insieme al MoVimento 5 Stelle.

All’inizio la procedura di registrazione e autenticazione per la ricezione del messaggio sul telefonino (il solito E61i) contenente il codice per l’utilizzo dell’ora gratuita di connessione (sempre meglio che niente !) non è stata facile, anche per un problema di riconoscimento dell’hotspot che è stato fatto riavviare.

Infine, un giro sul lungomare di Ascea con la sua invidiabile pista ciclabile e una mozzarella di bufala della zona di Battipaglia acquistata in uno dei tanti caseifici sulla via del ritorno per avere qualcosa da accostare all’insalata di pomodori una volta tornati a casa, stanchi ma abbastanza soddisfatti.

Quelli del MoVimento 5 Stelle Pomigliano lo avevano annunciato una settimana fa …

http://www.pomigliano.org/home/item/190-pomigliano-wifi-zone-la-prima-piazza-la-offriamo-noi-movimento-5-stelle

… e adesso lo hanno realizzato : Pomigliano ha la sua piazza WiFi ! 😀

http://www.pomigliano.org/home/item/191-wifi-zone-a-pomigliano-piazza-municipio-e-online-%7C-movimento-5-stelle

Oggi ho scoperto che Agerola ha tenuto il suo consiglio comunale in diretta streaming !

http://www.ustream.tv/channel/consiglio-comunale-di-agerola

L’idea della diretta streaming è una splendida idea (pienamente supportata dal MoVimento 5 Stelle), ma è lo spettacolo che lascia ancora a desiderare …

Sono stato informato che anche a Pimonte si è tenuto il consiglio comunale, immagino e sono convinto, che lo spettacolo sia stato all’incirca lo stesso … solite parole, solita dizione e solita scocciatura … infattamente e qualunquemente ! Cazzu Cazzu ! :mrgreen:

Meglio mettere una notizia più concreta che parla di azioni fatte da persone e istituzioni che sembrano crederci realmente …

http://www.greenme.it/muoversi/auto/5333-auto-a-idrogeno-toscana-

… con un video di tre anni fa e altri tre freschi di giornata

Infine veniamo alla camminata, la mia ultima pazzìa è stata scendere dal Vomero per arrivare al Centro storico di Napoli, da Piazza Vanvitelli a Via Mezzocannone passando per la Pedamentina della Certosa di San Martino qui sotto ritratta

Questo è stato il mio percorso quasi completo per il quale ho impiegato un’ora scarsa …

… e questo è stato il triste scenario che ormai non risparmia più nessun angolo di Napoli 😥

http://www.napoliurbanblog.com/presidio-per-la-differenziata-a-napoli-video/6257

Resterà comunque una delle giornate trascorse e vissute a Napoli che ricorderò ! 🙂

P.S. : Ricordate questo appuntamento : Calciobalilla umano 2011 … Quarta edizione !

Una splendida notizia dal mio ex liceo 🙂 :

Carovana su due ruote: «No all’inquinamento» 

03/05/2011 – Castellammare. Studenti e docenti in bici per sensibilizzare alla vivibilità ed alla viabilità eco-sostenibile. Per una mattinata, al liceo scientifico Francesco Severi niente motorini e macchine Francesco Severi. Un’iniziativa, che avrà luogo il prossimo sabato dalle 9 in poi, dal titolo «Yes we bike A braccetto con la natura…recarsi a scuola in modo alternativo». Il progetto, che vedrà in sella anche la dirigente Marcella Sannoner e trecento ragazzi della scuola superiore di viale Libero d’Orsi, è anche una campagna pro mezzi ecologici di locomozione. Come spiega Liliana Longobardi, referente dell’attività che sarà la giusta conclusione di un Pon (realizzato con il lavoro dei professori Giovanni di Somma, Giovanni Ciaravolo e Agata Sorrentino) anti-inquinamento. «Ci muoveremo tutti assieme dal piazzale antistante la scuola e raggiungeremo palazzo Farnese, sede del Comune – scrive la portavoce del liceo – per consegnare una targa simbolica e sollecitare maggior interesse all’amministrazione guidata dal sindaco Luigi Bobbio per i problemi legali alla qualità dell’aria ed alle emissioni di ossido di carbonio, visto che la nostra scuola, per esempio, si trova in una strada ad alta confluenza di traffico giornaliero sia all’entrata che all’uscita, forse anche a causa delle tante macchine e dei ciclomotori e della presenza di un’altra scuola a breve distanza». Una manifestazione pacifica di ciclisti per caso, che con l’aiuto dei vigili urbani (visto che di piste ciclabili si è parlato spesso, ma non c’è nulla di concreto sul territorio) che seguiranno il corteo di biciclette, potranno attraversare la città in sicurezza seguendo il percorso del lungomare, cioè da viale d’Orsi a corso Garibaldi, a piazza Monumento, a via Mazzini a piazza Giovanni XXIII. Dopo la consegna della targa al primo cittadino da parte di una delegazione studentesca, infine, gli studenti in pista rientranno in classe seguendo il percorso a ritroso ma imboccando per i sensi unici, corso Vittorio Emanuele, piazza Ferrovia, via Rispoli, via Tavernola, viale d’Orsi.

Articolo di Titti Esposito – Il Mattino

L’ho letta dal cellulare tramite Snaptu mentre ero connesso al WiFi del gazebo del MoVimento 5 Stelle in via Luca Giordano (di fronte alla Fnac) al Vomero 🙂 .

Per i non napoletanofoni, pariamento significa divertimento 😀 …

Tanta allegrìa oggi (e ieri) in via Scarlatti al Vomero per il gazebo del MoVimento.

E anche tanto sole, l’ideale per sperimentare una soluzione di Giuseppe Rondelli.

Un pannello solare autocostruito con un accumulatore che fornisce energìa ad un netbook Windows 7 con questo software Connectify, una chiavetta Internet ed ecco l’hotspot WiFi ad energìa solare ! E io ne ho approfittato con l’E61i 😀 !

Questo è uno dei punti del MoVimento 5 Stelle e tutto questo può essere realizzato in qualsiasi piazza pubblica, al Vomero e in tutta Napoli così come in qualsiasi altra città. Una soluzione in commercio come questa esiste già !

Internet e l’accesso alla rete e quindi all’informazione sono un diritto !

Connectify è un programma gratuito per Windows 7 e Android in grado di rendere, senza modifiche hardware, un portatile in un hotspot portatile convertendo il segnale Internet proveniente da un cavo Ethernet, una chiavetta Internet o anche da un’altra rete WiFi in un segnale WiFi liberamente configurabile con o senza password di accesso …

… più o meno come JoikuSpot fa con gli smartphone Symbian …

… ci vorrebbero delle versioni anche per gli altri Windows, Linux e MacOS

Può capitare nello stesso giorno che il cellulare torni a ricollegarsi non ad una ma a due reti WiFi a cui non si collegava da tempo ? Non sarebbero da definire come coincidenze ?

A me è successo ieri, cambiando una impostazione in un caso e trovando la giusta chiave WEP/WPA nell’altro … adesso devo vedere la maniera ottimale di farci girare Skype

L’applicazione ufficiale non è disponibile per E61i … strano, visto che supporta l’E51

Così come parlare di Hiperlan a due persone in ambiti diversi potrebbe essere considerato una coincidenza … ma questa è un’altra storia … una storia che avrà presto sviluppi !

Oggi mi è capitato tra le mani un manuale di StarOffice, il precursore di OpenOffice.org.

La parte divertente ? Trovare Office installato nei computer circostanti !

FON festeggia il suo 5° compleanno e lo fa a modo suo, pubblicando su Facebook e Twitter diversi promocode, ossia uno sconto per l’acquisto di una Fonera SIMPL.

La parte divertente, a parte il modo di festeggiare già collaudato in altre occasione, è : cosa non si fa per ampliare una rete di 3 milioni di utenti … anche provando ad “acchiappare il codice”, non ci riuscirò mai … inoltre noto un certo interesse per l’iniziativa da parte di persone italiane.

Il mio E61i dà segni di cedimento e mi fa preoccupare … la parte divertente ? Nessuna !